Villa del Musicista - UrbexSquad
352045
post-template-default,single,single-post,postid-352045,single-format-video,theme-moose,eltd-cpt-2.1,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,moose-ver-3.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,woocommerce_installed,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.3,vc_responsive
 

DIFFICOLTA'
75%

CONDIZIONI STRUTTURALI
60%

GIUDIZIO PERSONALE
80%

VILLA DEL MUSICISTA:

Questa nuova esplorazione inizia in punta di dita questa volta e solfeggia nell’aria leggera e impalpabile come una melodia. Ci rendiamo conto del terribile momento che stiamo vivendo tutti quanti, da italiani, da europei e da esseri umani in generale. Ricordiamo che le riprese del video non sono attuali bensì di repertorio, perché noi ci stiamo impegnando a restare a casa e andare al massimo a lavorare per fare il nostro dovere da persone civili. Detto questo però speriamo di allietarvi queste lunghe e difficili ore di quarantena con immagini che vi faranno dimenticare tutti i problemi per almeno un quarto d’ora circa! La Villa del Musicista è un piccolo paradiso recintato immerso nella natura. All’interno della proprietà, che oltre alla villa in sé contiene un ex chiesa, una dependance e l’intero giardino, abbiamo trovato la bellezza di ben 3 pianoforti, alcuni dei quali ancora ben conservati per fortuna. L’abbandono è più che mai presente all’interno di queste mura, ma si riesce ancora ad assaporare il dolce suono dell’arte musicale in ogni piccolo dettaglio e oggetto sparso qua e là. Nei sotterranei, infine, una splendida sorpresa! Delle carrozze d’epoca ancora bellissime e da vedere!

L’intera proprietà della Villa è veramente grande e i punti di interesse sono sparsi nelle varie stanze e passaggi sotterranei. Le condizioni strutturali sono ancora buone e decenti nella maggior parte dei punti, anche se da una parte l’abbandono e dall’altra qualche malintenzionato hanno lasciato il loro segno da molte parti. Tanti gli oggetti ritrovati e legati alla musica, dai pianoforti agli spartiti, ai giradischi e casse stereo. E poi le carrozze sono veramente da non credere!

La Villa del Musicista però ha anche una particolarità, perché oltre alla musica è associata anche al celebre poeta e scrittore Ugo Foscolo che si dice abbia soggiornato per un periodo tra queste mura e vi abbia addirittura scritto il romanzo “Ultime lettere di Jacopo Ortis”.

Lasciamo questa villa e la sua profonda storia a riposare silenziosa tra le colline in mezzo alle quali è cullata e proseguiamo il nostro percorso verso la prossima meta.

 

GUARDA LA GALLERYGUARDA LA GALLERY

Nessun Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.